Cookie Consent by PrivacyPolicies.com
Addolcitore d'acqua o filtro anticalcare, differenza ?

Addolcitore d'acqua o filtro anticalcare, differenza ?

Il calcare è una seccatura sia per i nostri elettrodomestici che per la nostra pelle pruriginosa. È anche una fatica rimuoverlo quando si forma a chiazze. Ma ci viene davvero detta tutta la verità sulle soluzioni esistenti?

Addolcitore d'acqua a filtro anticalcare

Attualmente è in corso una feroce battaglia tra l'addolcitore di acqua salata e il filtro anticalcare. A volte sono gli stessi produttori a proporre le diverse soluzioni. Qual è dunque la differenza e quali sono i vincoli di questi dispositivi?

Per capirlo, è importante sapere che nell'acqua non c'è calcare! Il calcare è infatti una struttura cristallina formata da ioni di calcio e magnesio. Si tratta quindi di cristalli che, come le stalattiti, si formano solo su un supporto.

Il calcare può essere presente nell'acqua solo quando si è già formato ed è stato staccato da una parete e trasportato dal flusso del liquido.

Quando si parla di acqua dura, in realtà si parla di acqua minerale che contiene molto calcio e magnesio. Sono questi minerali a costituire il calcare.

Spiegazioni commerciali semplicistiche hanno portato a credere che il calcare possa essere trattenuto come i fondi di caffè in un filtro di carta.

Ioni di magnesio e calcio

La dimensione degli ioni più grandi è di 0,00015 micron! Filtrare gli ioni in un filtro di massa per trattenerli è impossibile, sono troppo piccoli!

Le cartucce filtranti sono necessarie!

Una cartuccia filtrante viene solitamente collocata prima degli addolcitori d'acqua e talvolta integrata con filtri anticalcare.
Il suo ruolo è quello di trattenere le impurità più grandi dei minerali, al di sotto dei 90 micron. Tecnicamente proteggerà gli apparecchi da sabbia, ruggine e altri depositi che possono accumularsi negli scaldabagni e compromettere il corretto funzionamento di valvole, sportelli o altri rubinetti... Questi filtri sono noti come filtri per sedimenti e possono essere integrati da filtri a carbone attivo
Costringendo l'acqua a passare attraverso una massa filtrante a maglie molto fini, sarà possibile trattenere le impurità più grossolane che circolano nell'acqua oltre i 5 micron. Tuttavia, non saremo in grado di trattenere le particelle molto fini che sono disciolte nell'acqua, come pesticidi, metalli pesanti, ma anche il famoso calcare, composto semplicemente da ioni di magnesio e calcio infinitamente piccoli.

Quanto più piccola è la finezza del filtro, tanto più l'effetto imbuto limiterà il flusso e la pressione dell'acqua che lo attraversa. Per questo motivo è impensabile purificare l'acqua di un'intera casa: servirebbero filtri enormi per consentire un flusso corretto.

La cartuccia a carboni attivi trattiene gli inquinanti disciolti più comuni come cloro, pesticidi, residui di farmaci ecc... migliora il sapore e l'odore dell'acqua senza purificarla quanto un vero e proprio depuratore d'acqua o una macchina ad osmosi, la cui finezza di filtrazione e la granulometria del carbone sono molto più fini (∓0,1 micron).

Filtro lavabile

il filtro lavabile elimina la necessità di sostituire le cartucce filtranti

Come funziona l'addolcitore a sale

Poiché è difficile trattenere i minerali attraverso un semplice filtro, un addolcitore a sale scambia gli ioni di calcio e magnesio con ioni di sodio attraverso un processo chimico.
L'obiettivo è rimuovere alcuni di questi minerali in modo che non possano più cristallizzarsi in calcare.

Questo processo abbassa il Th dell'acqua. Pertanto, la renderà chimicamente morbida.

Il problema principale è che le persone sono portate a credere che tutto il calcare e i minerali vengano rimossi, il che è completamente falso!
Se la Th viene abbassata sotto i 10°f, l'acqua inizia a essere aggressiva per i materiali e a ossidare i metalli.
La rimozione completa del calcare provoca perdite e distrugge gradualmente gli apparecchi!

acqua dolce - ruggine

  • ppm = mg/l = Misura USA
  • gradi clarks = Misura inglese
  • °all = gradi tedeschi
  • °f = gradi francesi

L'acqua demineralizzata non è adatta al consumo e non deve essere bevuta o utilizzata per cucinare!
Gli ioni di sodio che hanno sostituito i minerali lo rendono salato e problematico per la salute! (pressione alta...)

Si consiglia pertanto di utilizzare un addolcitore salino con un Th superiore a 10°f e di accettare che vi siano ancora tracce di calcare.
Per bere e cucinare è necessaria una fornitura separata di acqua fredda non trattata.

Funzionamento di un filtro anti-calcare

Fate attenzione ai diversi tipi di filtri anticalcare!

Il fattore comune tra i vari filtri anticalcare di qualità è la cartuccia del filtro a sedimenti. Ricordate che questa prima fase trattiene la maggior parte delle impurità che circolano nell'acqua.

cartuccia filtrante per sedimenti
I modelli più avanzati contengono cartucce di carbone attivo per trattenere gli inquinanti disciolti.

cartuccia filtrante ai carboni attivi

È assolutamente necessario evitare i prodotti chimici spesso presentati come cristalli anticalcare, che sono in realtà prodotti a base di fosfati, polifosfati, silicofosfati... Questo prodotto chimico trattiene effettivamente gli ioni di calcio e magnesio. Ma una volta ingerito dal nostro corpo, renderà impossibile l'assimilazione dei minerali! Questo prodotto si trova ovunque negli alimenti industriali, ne consumiamo già troppi. I fosfati non sono innocui, possono anche causare iperattività nei bambini... (vedi il nostro articolo su questo argomento)

silicofosfati


Dopo il passaggio attraverso le masse filtranti, il calcare deve essere trattato, cioè gli ioni calcio e magnesio devono essere trattati. Non si tratta di rimuoverli o trattenerli, ma semplicemente di agire sulla loro polarità in modo che non possano più, o molto meno, cristallizzare in calcite. La maggior parte dei processi anticalcare consente quindi di modificare la cristallizzazione dei minerali in aragonite. Questa forma cristallina è friabile e molto più fragile della calcite. Di conseguenza, è possibile ottenere gli stessi vantaggi di un addolcitore salino, mantenendo le qualità intrinseche dell'acqua.

In questa gamma si trovano prodotti anticalcare magnetici, elettrostatici, galvanici, a turbolenza vorticosa, elettronici e a induzione...

Modelli anticalcare

I sistemi di "filtro anticalcare" non chimici hanno il vantaggio di non causare alcuna corrosione o degradazione dell'acqua. Al contrario, sarà di qualità migliore e potrà essere ampiamente utilizzata per la preparazione dei pasti o per riempire le caraffe d'acqua.

Per migliorare in modo significativo la qualità dell'acqua potabile, i depuratori d'acqua e le unità di osmosi sono complementi essenziali.
Evitano la necessità di bottiglie di plastica e garantiscono una qualità dell'acqua molto migliore. La qualità dell'acqua dipende anche dalla sua conservazione: è sensibile alla luce, alle variazioni di temperatura e al suo contenitore.

L'importanza di utilizzare prodotti anticalcare curativi

Tra i processi "anticalcare naturali" che agiscono esclusivamente sui legami ionici, esistono modelli più efficaci di altri a lungo termine.

L'azione sulla polarità degli ioni e la neutralizzazione della formazione di cristalli di calcare durano generalmente dalle 48 alle 72 ore.
Quando l'acqua ristagna oltre il tempo limite, riacquista le sue proprietà e può ricominciare a sviluppare piccoli cristalli in uno strato molto sottile. Tuttavia, con il tempo, la formazione di calcare sarà notevolmente rallentata e gli elettrodomestici, le tubature e le caldaie, gli scaldabagni e i rubinetti saranno preservati... ma sarà comunque necessario, dopo un po' di tempo, programmare una manutenzione per eliminare il calcare che ricomparirà.

Un sistema anticalcare ha uno scopo preventivo e riduce la frequenza della manutenzione. In condizioni d'uso normali e correttamente regolato, non ha un ruolo di pulizia.

Qual è dunque il vantaggio di un sistema curativo?

A differenza di un sistema classico, i cosiddetti processi curativi agiscono sul calcare già formato durante i periodi di ristagno dell'acqua. Rimuoveranno quindi il sottile strato di calcare non appena ricomparirà. Questi sistemi ridurranno quindi ulteriormente la frequenza della manutenzione. Per chi se lo può permettere, l'investimento supplementare vale il risultato.

Un esempio indicativo di ciò che i diversi sistemi potrebbero ottenere a parità di qualità dell'acqua.

Acqua dello stesso °f:

  • senza trattamento, filtro o filtro anticalcare; lo scaldacqua deve essere pulito ogni 2 anni
  • con filtro magnetico anticalcare; lo scaldacqua deve essere pulito ogni 5 anni
  • con un filtro anticalcare curativo; lo scaldacqua deve essere pulito ogni 8 anni

In conclusione

Da quando l'acqua minerale fa male alla salute? Quindi, se possibile, manteniamo i minerali di calcio e magnesio!

Con un sistema di filtraggio anticalcare curativo, si ottengono gli stessi benefici e risultati di un addolcitore di acqua salata impostato su una Th superiore a 10°f.

Per la salute e il benessere:

  • meno depositi di calcare
  • pelle più morbida
  • capelli meno secchi
  • biancheria più morbida
  • decalcificazione molto meno frequente dei vostri apparecchi
  • meno aggressiva e ancora buona acqua
  • manutenzione generale più semplice


Risparmio:

  • su apparecchi di riscaldamento che funzionano meglio e consumano meno energia
  • meno prodotti chimici da utilizzare per la pulizia
  • meno problemi tecnici e interventi idraulici
  • meno spese per il cambio degli elettrodomestici
  • caldaie e pompe di calore che durano più a lungo
  • scaldabagni termodinamici o convenzionali che non si riempiono più di fanghi e calcare

A parte la sostituzione delle cartucce filtranti che precedono ogni sistema anticalcare, i filtri anticalcare non richiedono la stessa manutenzione degli addolcitori a sale.

Per chi ha optato per un addolcitore a sale, ricordate soprattutto di non abbassare troppo la durezza dell'acqua perché in compenso, con l'eliminazione quasi totale del calcare, causerete altri problemi di corrosione e disgregazione dei materiali a contatto con quest'acqua salata, aggressiva e corrosiva.

Gli svantaggi degli addolcitori d'acqua a sale sono

  • consumare molta acqua per risciacquare la resina e rimuovere i minerali che sono stati trattenuti per rigenerarla
  • dover riempire regolarmente il contenitore del sale e pulirlo per evitare la proliferazione dei batteri
  • monitorare le valvole per evitare perdite d'acqua o un uso eccessivo
  • non essere in grado di funzionare senza elettricità
  • occupare molto spazio
  • non impedire che la durezza dell'acqua venga abbassata al di sotto di 10°f
  • rendono l'acqua non idonea al consumo
Pubblicato il 05/05/2023 da Fred. Acqua potabile 0 8300

Lascia un commentoLasciare una risposta

Blog archives

Categorie di blog

Commenti Più Recenti

Ricerca Blog

Prec

Non ci sono prodotti

Per essere determinato Spedizione
0,00 € Di cui tasse di
0,00 € Totale con tasse

I prezzi sono iva inclusa

Check out